Nell’Ottobre del 1999 venni lasciato piedi dalla mia Virago 535, si trattava di un problema di una certe rilevanza decisi di quindi di cambiare moto, tanto più che da tempo pensavo ad una Moto Guzzi.

Della Guzzi mi affascino il fatto che è la moto italiana per eccellenza ed ha fatto la storia dell’Italia motociclistica.

Poi è una moto classica e tradizionale quanto basta, con un motore, il Bicilindrico a V di 90° aste e bilancieri raffreddato ad aria, che è un monumento ed un simbolo.

Scartata la possibilità di trovare un buon usato, decisi per una California Jackal, il modello che più si adattava alla mie esigenze.

Cercavo, infatti, un cruiser adatto ai lunghi viaggi, abbastanza economica e con una linea il più possibile spartana e semplice.

La Jackal riuniva queste caratteristiche in quanto è una versione economica e spoglia dell’ammiraglia di allora la California EV.

Il modello era presente sul mercato da meno di un anno, e la mia fu la prima moto venduta dalla nuova concessionaria Moto Guzzi di Pavia.

Ormai ho passato la mania delle moto customizzate per cui in questi anni mi sono limitato a montarvi degli accessori "turistici" e qualche altro piccolo accorgimento.